Road Trip Sicilia giorno 8: Valle dei Templi, Agrigento, Sciacca

Vorrei iniziare il diario di bordo dell’ottavo giorno del road trip siciliano con qualche parolaccia, per farvi capire il mio stato d’animo. Cercherò di spiegarvi le ragioni, educatamente.

Questa è stata la prima notte a Realmonte, nei pressi di Agrigento (ne parlavo ieri). Siamo in una mansarda fantastica, con il profumo della natura che inebria ogni respiro e i rumori del traffico che sono solo ricordi lontani. Proprio per questo, però, un temporale si sente il doppio di più. E pertanto, ore 7 del mattino di una tranquilla domenica abbiamo gli occhi sbarrati, osservando attoniti quella che dalla nostra postazione sembra una bufera bella e buona, con tanto di potenti fulmini nelle vicinanze. Niente male come risveglio, no?

Tuttavia, un’attesa di qualche ora ci toglie l’impiccio meteo perché immediatamente dopo pranzo arriva il sole e, sì, possiamo iniziare l’ottavo giorno del giro in Sicilia. Prima tappa: la Valle dei Templi, uno dei parchi archeologici più importanti al mondo. Non mi perdo in gigantesche digressioni storiche e/o filosofiche e mi limito a dire solo una cosa: si tratta di una delle esperienze visive migliori che possiate fare nella vostra vita, non rinunciatevi. Piccola nota a margine: non ci sono vespe (per cogliere questo riferimento vi invito a non perdervi le precedenti puntate). No, si passa direttamente ai calabroni (soprattutto nell’adiacente Giardino della Kolymbethra).
Dettagli ovviamente, perché ripeto che la Valle dei Templi è assolutamente una delle meraviglie del mondo e non dovete perdervela (vi sorprendo ma la foto a seguire non è del celebre Tempio della Concordia, sarebbe troppo scontato).

Terminata la breve (3 ore!) visita, con tanto di saluto a delle capre in un recinto poco al di là della nostra postazione, ci si dirige verso Agrigento città. Giretto in centro, latte di mandorla fresco più gelato superbo (provate tale gelateria Le Cuspidi, se siete in zona) e quindi via, direzione Sciacca, ultima visita di giornata. Tralascio dettagli particolari sulla passeggiata: dico solo di aver mangiato benissimo e di essermi accorto, in questo tardo pomeriggio, di due importanti dettagli circa questa parte della Sicilia.
1. Nell’agrigentino se sei un forestiero ciò non viene visto come un malus ma anzi come un plus: te ne renderai conto soprattutto dal… conto, dei posti nei quali vai.
2. Se riesci a guidare, la notte, su strade come quelle tra Realmonte e Sciacca, puoi realmente guidare ovunque.

Sei arrivato qui e ti sei perso le precedenti puntate dell’on the road in Sicilia? No problem, recuperale a questi link:
Giorno 1: Palermo, Cefalù
Giorno 2: Monreale, Castellammare del Golfo, Scopello
Giorno 3: Riserva Naturale dello Zingaro
Giorno 4: Tempio di Segesta, Erice
Giorno 5: San Vito Lo Capo, Trapani
Giorno 6: Favignana, Saline di Trapani
Giorno 7: Selinunte, Scala dei Turchi

Facebooktwitter
Booking.com